presentazione

image_pdfimage_print

Siamo convinti che attualmente il cittadino medio, seppur di normale cultura, provi un senso di fastidio nel non riuscire a capire cosa ci sia dietro a tutto quello che succede a livello nazionale, ma anche internazionale.

Alla fine, leggendo i giornali, ascoltando i notiziari, seguendo i vari talk show, in lui le idee rimangono confuse e, poiché la vita scorre rapida e le difficoltà quotidiane costringono a correre e a non pensare troppo, egli arriva facilmente a una sottile forma di depressione, fatta dalla assuefazione al male, alle ingiustizie e ad una crisi che, gli viene assicurato, è ineluttabile, e frutto di complicatissime cause di cui, in maniera nemmeno troppo paludata, viene chiesto di non occuparsi troppo.

In effetti, ultimamente, stanno cercando di convincerci che votare è superfluo, che la politica è complicata e non alla nostra portata e, anche noi, oramai siamo quasi convinti che è così.

Infatti, non si sono viste persone in piazza a protestare dopo il quarto governo di nominatinoneletti, e nemmeno dopo la firma del CETA, ma, al massimo, si sentono in giro commenti sconsolato-qualunquisti, del tipo: «Tanto fanno quello che vogliono, è tutto uno schifo, e poi sono tutti uguali…»

Il lavoro che ci proponiamo, è quello di fare semplice divulgazione, per accedere alla quale, non è richiesta una qualche specializzazione, ma solo un poco di attenzione, al fine di scorgere, fra le pagine di questo sito, i punti da unire, in ordine, tramite la matita del buon senso. In seguito sarà possibile colorare l’immagine che si sarà formata. A vostro piacimento.

Nella misura in cui potremo e crederemo opportuno, raccoglieremo i vostri pareri, suggerimenti, contributi.

unireipunti

image_pdfimage_print

Commenti chiusi